Cose da fare a Bolzano

Le cose da fare a Bolzano e dintorni

Bolzano non è una città molto grande ma è complessa, fatta di storie e popoli differenti, strutture antiche e moderne, paesaggi naturali e industriali, che convivono in un insieme multiforme in continua mutazione. Immutato e immutabile è il suo profilo, le imponenti montagne che la cingono, l’abbracciano, ma anche la stringono e la tengono lì nella sua conca. Io sono nata proprio qui, in questa città e vorrei raccontarvela iniziando dal Centro Storico e dalla bellissima Piazza Walther. Passeggeremo poi sotto i famosi Portici e lungo le vie più rinomate, fino a raggiungere le passeggiate del Talvera. Qui scopriremo il Museo di Arte Moderna e Contemporanea, Museion, e i Castelli medievali. Andremo a vedere la città dall’alto, lungo le più frequentate passeggiate della città, quelle del Guncina. A Bolzano le cose da fare sono moltissime, soprattutto per chi ama fare trekking e camminare. Per concludere il nostro viaggio faremo quindi una bella escursione in un luogo immerso nella natura, poco distante dalla città, il Lago di Monticolo.

Cose da fare a Bolzano

Le cose più belle da fare a Bolzano 

Piazza Walther e Duomo 

Piazza Walther è la piazza più importante di Bolzano, dove si trova il monumento dedicato a Walther von der Vogelweide, un famoso Minnesänger (poeta-cantore) di epoca medievale. Il monumento fu realizzato nel 1889 e la piazza gli fu dedicata nel 1901. Sulla piazza si affacciano molti bei palazzi, locali e Hotel storici. Proprio in quest’area si svolgono ogni anno i famosi mercatini di Natale e vi assicuro che ancora oggi l’atmosfera che si crea è magica. Qui si trova anche il nuovissimo complesso commerciale Palais Campofranco, all’interno di un’antica corte aperta sulla piazza. Nel cortile potrete ammirare, ancora lì nel suo enorme vaso, il secolare Ginkgo biloba donato dalla Principessa Sissi allo zio Heinrich. Sul lato opposto della piazza potrete vedere Il Duomo di Bolzano, dedicato a Maria Assunta, un vero capolavoro in stile romanico e gotico, risalente al 1300. I suoi portali gotici sono tra i più belli del Tirolo. Statue, affreschi e decorazioni di varie epoche testimoniano l’incontro di elementi culturali diversi. Il campanile, alto ben 65 metri, fu completato intorno al 1517. Tornati nella piazza, vi consiglio di salire sulla terrazza di Palais Campofranco, dallalto avrete una veduta spettacolare. Le guglie del Duomo si riflettono nelle vetrate a specchio del complesso architettonico creando un effetto davvero suggestivo. 

 

Cose da fare a Bolzano

Portici – Piazza delle Erbe – Museo Ötzi

Ci avviamo ora verso i Portici di Bolzano. Partiremo da Piazza Municipio così da percorrerli nella loro interezza. Dalla piazza potrete vedere anche Via Bottai una delle strade più famose del centro, caratterizzata da bellissimi edifici con decorazioni e stemmi antichi. Sotto le arcate dei Portici ci sono ancora antiche botteghe e molti locali tipici, che potrete scorgere passeggiando avanti e indietro. Da non perdere anche le molte vie laterali ai Portici, raggiungibili attraverso stretti viottoli di collegamento. Raggiunta Piazza delle Erbe, l’antico mercato ortofrutticolo, vi consiglio di alzare lo sguardo e osservare l’architettura delle costruzioni. Rappresenta uno stile chiamato d’Oltradige, che combina elementi del gotico nordico e del rinascimento italiano, un insieme unico e armonioso con decorazioni a stucco e a fresco molto raffinate. Nella piazza si trova anche una delle più belle fontane della regione, la settecentesca Fontana di Nettuno, conosciuta anche come “Oste con la forchetta”. Da qui, percorrendo Via Museo, raggiungerete il Museo Archeologico dell’Alto Adige. Museo di Ötzi, conosciuto per la famosa “mummia di Similaun”, una delle mummie più antiche al mondo, risalente a più di 5000 anni fa.  

Cose da fare a Bolzano

Prati del Talvera – Museion

Arrivati a Ponte Talvera fermatevi e ammirate il paesaggio. Sullo sfondo svettano le montagne, lungo le rive del fiume si distende una vera e propria oasi verde. Alberi, cespugli, aiuole, pista ciclabile, aree da gioco e postazioni fitness, un percorso che si snoda per diversi chilometri fino alla zona industriale. Non lontano da Ponte Talvera, sul lato sinistro delle passeggiate, si trova una delle costruzioni più originali presente sulla riva del fiume: Museion. Il Museo d’Arte Moderna e Contemporanea di Bolzano. Inaugurato nel 2008, è un enorme parallelepipedo adagiato sul prato, in alluminio e vetro con entrambe le facciate trasparenti e aperte. Una sorta di passaggio tra le due parti della città, quella antica e quella moderna. Il valore simbolico del museo è molto forte, di incontro e di collegamento tra popoli, storie e culture diverse e tra espressioni artistiche differenti. Quando lo vedrete capirete subito perché è stato definito “un’astronave tra le montagne”. Molti gli artisti, i curatori e i collezionisti che partecipano e collaborano ai vari progetti ed eventi espositivi, legati non solo all’arte, ma anche alla musica e alla danza.  

Cose da fare a Bolzano

Il Monumento alla Vittoria e i Castelli 

Ritornando verso Ponte Talvera potrete scorgere, proprio sulla grande rotonda, il Monumento alla Vittoria, costruito tra il 1926 e il 1928 e voluto da Mussolini, un grande Arco di Trionfo che voleva celebrare la vittoria della Grande Guerra, ma intendeva anche affermare la presenza italiana sul territorio. Il monumento assunse nel tempo valori simbolici diversi che lo resero oggetto di forti scontri tra le forze politiche locali. Dal 2014 è stato ideato, presso il monumento, un percorso espositivo per far conoscere più nel profondo la sua storia, quella di Bolzano e dell’Alto Adige. Proseguendo sulla riva opposta il primo Castello che incontriamo è Castel Mareccio. Immerso tra i vigneti, l’antico maniero è oggi un centro dedicato a convegni, mostre e fiere. Lo scorcio sul paesaggio è splendido con il profilo del Catinaccio sullo sfondo. Arrivati a ponte Sant’Antonio potrete raggiungere, attraverso un breve sentiero, Castel Roncolo, famoso per alcuni importanti affreschi medievali conservati all’interno. Dall’alto potrete scorgere, sulle montagne di fronte, i ruderi di Castel Rafenstein.  

Cose da fare a Bolzano

Le passeggiate del Guncina

Oltre alle passeggiate del Talvera, vicino al centro, ci sono quelle del Guncina, tra le più antiche e più belle di Bolzano, con partenza da Piazza Gries. Furono realizzate a fine Ottocento quando il quartiere di Gries era uno tra i più importanti luoghi di cura dell’Impero asburgico ed è oggi una delle zone più ricche della città. La bellezza di questo sentiero, che sale dolcemente costeggiando la collina, è tutta racchiusa nella macchia mediterranea che lo circonda. Moltissime le piante che potrete ammirare, magnolie, cedri, ma anche fichi d’india e agavi, un insieme di colori e profumi meraviglioso. Lungo il percorso potrete ammirare bellissime costruzioni e ville eleganti con giardini rigogliosi. Ci sono molti punti panoramici da cui potrete scorgere dall’alto tutto il centro di Bolzano, i suoi edifici, le strade e i tetti. Un percorso che si può fare tranquillamente in un paio di ore e vi assicuro che vi regalerà bellissime emozioni.

Cose da fare a Bolzano

Cose da fare a Bolzano e dintorni 

Un’ escursione al Lago di Monticolo

La nostra ultima tappa ci porterà al Lago di Monticolo, raggiungibile facilmente prendendo la superstrada per Merano e seguendo la direzione Appiano. Si tratta di un’area protetta che comprende un bosco rigoglioso ricco di sentieri per escursioni e due laghi, il lago Grande e il lago Piccolo, che si trovano a due altitudini diverse. Una folta vegetazione di faggi, castagni, abeti rossi, pini, tigli e ciliegi, popola tutta l’area e circonda anche i due laghi. In autunno diventa il regno delle castagne, ricco di colori meravigliosi e in primavera il paese delle fate e dei fiori, pieno di profumi inebrianti. Ricordo ancora le gite estive al lago Grande, le nuotate e i tuffi dalle rocce. Tutt’intorno al lago, infatti, ci sono piccole spiaggette, insenature e rocce dove poter sostare. D’inverno, invece, il lago si ghiaccia e diventa una pista di pattinaggio naturale. Vi consiglio il percorso intorno al lago Grande in mezzo al bosco, costeggiando le rive. Finito il giro potrete rilassarvi nel ristorante che si trova proprio davanti al lago e godervi il panorama favoloso. Vi lascio proprio qui dove è d’obbligo gustare le buonissime specialità del posto, come i canederli e lo speck con i tipici Brezel salati, oppure per gli amanti dei dolci lo squisito strudel di mele caldo panna, il tutto assaporando un buon bicchiere di vino dell’Alto Adige. 

Articolo e Foto di Morena Schiffo

LEGGI ANCHE:

 

Follow